Hearts & Minds - AAR

Rispondi
Avatar utente
RaVeN
Corporal
Corporal
Messaggi: 568
Iscritto il: sab giu 09, 2012 9:28 pm
Località: Porto Sant'Elpidio (FM)

Domenica 28/05/2023 ore 21.00 la task force =BTC= verrà rilocata nella regione di Lythium, zona altamente instabile dove un gruppo rivoluzionario dittatoriale aspira a prendere il potere, attuando azioni di guerriglia. Il nostro intervento ha l’obbiettivo di pacificare la regione, aiutando la popolazione locale e combattendo le forze nemiche. Fondamentale per la buona riuscita della missione sarà riuscire a conquistare i cuori e le menti della popolazione locale.
Allegati
=BTC= H&M.jpg
=BTC= H&M.jpg (809.13 KiB) Visto 753 volte
Avatar utente
RaVeN
Corporal
Corporal
Messaggi: 568
Iscritto il: sab giu 09, 2012 9:28 pm
Località: Porto Sant'Elpidio (FM)

After Action Report - 28/05/2023 ore 21.00

Partecipanti all'operazione:

Team Comando
Giallustio
Ramius
Paridan

Team Alfa
Raven
Psycho
Viper

Team Bravo
Freeman
Dead
Franci

Mezzi Utilizzati:
-2x HMMWV M2 (1 Danneggiata)
-1x MRAP M2

Eventi
Ore 12.00 - nella serata siamo sbarcati per la prima volta nella regione di Lythium e abbiamo provveduto alla iniziale messa in sicurezza di un'area attorno alla base operativa.
I villaggi nei lati est, nord e ovest della base sono stati soggetto della nostro pattugliamento. Fin da subito abbiamo incontrato resistenza nel primo villaggio, ricevendo fuoco di fanteria e successivamente di una tecnica armata di lanciagranate ed infine un mezzo blindato nemico, entrambe le minacce motorizzate sono state neutralizzate. Nello scontro a fuoco è rimasto danneggiato un HMMWV, sostituita l'HMMWV e fatta detonare un IED in un area non popolata si è proceduto verso la ricognizione di quella che era parsa una piccola roccaforte Insurgent. Rilevata la minaccia in cima ad un promontorio le squadre Alfa e Bravo hanno iniziato le manovre di assalto, venendo però nel mentre circondate da dei rinforzi nemici giunti dalle retrovie, dopo un ravvicinato e intenso scontro a fuoco, e dopo aver respinto la minaccia, i Team hanno provveduto alla messa in sicurezza della piccola roccaforte che presentava anche un installazione a nido di mitragliatrice che è stata fatta brillare. Successivamente si è ripresa la marcia verso i villaggi successivi lungo il tragitto nel lato nord, incontrando ancora intensa resistenza e IED piazzate dal nemico, nel mentre è scesa la notte e la visibilità è calata drasticamente a causa dei malfunzionanti NVG, costringendoci all'utilizzo delle torce montate sui nostri fucili. Il nemico ha approfittato delle tenebre per sferrare attacchi a sorpresa durante le procedure di disinnesco dell'IED, attacchi prontamente respinti con lievi conseguenze. Abbiamo proseguito con lieve resistenza il percorso intorno alla base bonificando altre zone IED ,alcuni purtroppo deflagrati, dopo i soccorsi ai feriti si è continuata la ricognizione fino al rientro in base. Purtroppo alcune azioni hanno abbassato la nostra reputazione agli occhi della popolazione civile ed ora la tensione è lievemente più alta, dovremmo lavorare sodo per riottenere la loro fiducia ed evitare ulteriori tensioni e possibili scontri.

In allegato mappa operativa del percorso effettuato.
Fine Rapporto
Allegati
Mappa H&M1.jpg
Mappa H&M1.jpg (618.36 KiB) Visto 654 volte
Avatar utente
RaVeN
Corporal
Corporal
Messaggi: 568
Iscritto il: sab giu 09, 2012 9:28 pm
Località: Porto Sant'Elpidio (FM)

After Action Report 03/06/2023 e 04//06/2023

Team
Ramius
Raven
Freeman

Nei giorni designati sono state svolte 2 Brevi operazioni per addestramento e ricognizione, svolgendo due side missions
La prima di sminamento di un terreno localizzato vicino la cittadina di Benamair; effettuando lo sminamento e notando un forte resistenza nell'aria si è optato per una ricognizione della zona, individuando quello che è sembrato essere un possibile nascondiglio/base nemica. Terminata la ricognizione il team è tornato alla base.

La seconda operazione è consistita nel sabotaggio di un installazione missilistica nemica, la missione è riuscita con successo tuttavia negli scontri a fuoco dei civili sono rimasti uccisi, innalzando ancora di più l'astio della popolazione locale verso le forze alleate, a nulla sono valse le opere di sminamento delle strade successivi all'incidente, dobbiamo fare ancora un lungo lavoro per recuperare e rafforzare i rapporti con la popolazione.
Fine Report
Avatar utente
Giallustio
Colonel
Colonel
Messaggi: 2258
Iscritto il: dom feb 27, 2011 1:43 pm
Località: Genova

After Action Report - 04/06/2023 ore 21.30

Partecipanti all'operazione:

Team Comando
Ramius

Team Alfa
Raven
Dead
Paridan

Team Bravo
Giallustio
Freeman
Viper

Ore 13:00, il comando ci informa che grazie alle informazioni recuperate nelle precedenti missioni, è stato possibile determinare la posizione di un deposito di munizioni nemico nel villaggio di Morut. La missione, quindi, prevedeva la distruzione dell’obbiettivo e la messa in sicurezza della zona. Essendo un obbiettivo di elevata importanza strategica era logico presupporre una forte resistenza nemica.
Vista la distanza dalla base e la conformazione dei luoghi, il comando ha deciso di inserire il nostro gruppo attraverso un littlebird, avendo già liberato e resa sicura la zona a Nord della base, il trasporto è risultato sicuro e senza pericoli.
Ore 13:30 atterriamo su LZ posta a 600 metri Sud Ovest dal villaggio di Morut e muoviamo sul primo Overwatch. Raggiunta la posizione veniamo ingaggiati da pesante fuoco proveniente dal villaggio. Grazie alla posizione sopraelevata riusciamo a respingere l’attacco nemico e ad inserire nel villaggio.
Una volta inseriti, la resistenza nemica si è fatta sempre più numerosa grazie ai rinforzi accorsi dalle città vicine.
Non avendo la posizione esatta dell’obbiettivo, congiuntamente con il team Alpha, abbiamo effettuato dei controlli a tappetto sui singoli compounds fino a quando, individuata la posizione dell’obbiettivo, siamo riusciti ad eliminarlo.
I combattimenti si sono protratti sino alle 14:25.
Resa sicura la zona, l’estrazione è avvenuta tramite littlebird.
Rientro in base alle ore 15:15.
Si segnala la distruzione di una tecnica nemica e di una statica Kord; il nemico ha fatto uso di un kamikaze e, purtroppo, non siamo riusciti ad evitare la sua deflagrazione.
Durante la missione non ci sono stati feriti gravi e/o vittime civili.
Giallustio
Rispondi